Ceravolo: nell’era dei contenuti digitali ciò che conta è creare vere emozioni

Scopri i trend di mercato dal vivo

77 mostre, 21 eventi collaterali, 2.9 milioni di euro già incassati tra fundraising e sponsorship, oltre a 18.904.000 di euro di finanziamenti pubblici. Sono solo alcuni dei numeri, questi, della 58° edizione della Biennale di Venezia che ha aperto in laguna l’11 maggio e si concluderà il prossimo 24 novembre, con 90 padiglioni nazionali e numerosi temi affrontati. Dalla sostenibilità alla libertà, dall’importanza di prendersi cura del mondo a quella di ritrovare una visione critica, l’immagine dell’arte riafferma la sua centralità a livello globale nello stimolo di un pensiero laterale di cui si sente sempre più il bisogno in un mondo in cui ormai tutto è scatto fotografico. A tal punto da perderne quasi il valore del potere dirompente e la fondamentale capacità di offrire nuovi spunti creativi ed emozionali per l’essere umano.
Ceravolo: nell’era dei contenuti digitali ciò che conta è creare vere emozioni