News

Boaretto: da Pirandello al digitale, la customer obsession è il segreto dinamico del marketing b2b

Secondo i dati di una recente ricerca sviluppata dal Boston Consulting Group per Google, il digital marketing oggi risulta essere sempre di più un asset fondamentale per l’aumento dei ricavi di un’azienda anche nel ramo b2b. Lo studio “The Dividends of Digital Marketing Maturity”, infatti, rivela che la maturità digitale delle aziende influenza in maniera positiva le performance delle campagne marketing, generando fino al 20% in più di ricavi e riducendo i costi fino addirittura al 30%. Guardando più approfonditamente l’analisi, inoltre, si scopre anche che l’utilizzo sapiente dei dati nel prendere le decisioni di business consente alle imprese un aumento del proprio fatturato pari a circa il 50%, ma oggi solo il 2% delle realtà imprenditoriali a livello globale raggiunge un tasso di competenza accettabile nella corretta gestione del data-driven marketing. Un’evidenza che sottolinea come le organizzazioni debbano ancora lavorare molto nell’adozione coerente di questi nuovi strumenti tecnologici che spesso, per ottenere migliori prestazioni, richiedono un fondamentale intervento umano in termini di interpretazione, organizzazione e circolazione delle informazioni acquisite. Temi cruciali, questi, nello sviluppo di una corretta strategia di marketing, soprattutto a livello industriale, su cui ci siamo voluti confrontare con Andrea Boaretto, esperto del settore e Ceo di PersonaLive (startup incubata presso il Polihub e attiva nel settore delle ricerche di mercato e del marketing advisory), anche in vista del suo intervento al prossimo BtoB Marketing Forum previsto a Milano il 23 maggio 2019 e organizzato da Business International (divisione di Fiera Milano MediaGruppo Fiera Milano).